Corso di Perfezionamento e di Specializzazione in Diritto Penale “Giorgio Marinucci”

Obiettivi formativi
Programma scientifico
Articolazione del corso
Coordinamento
Docenza
Segreteria organizzativa e didattica
Sede di svolgimento

Requisiti di ammissione
Domande di ammissione
Selezione dei candidati
Graduatoria degli ammessi
Quota di partecipazione
Immatricolazione
Attestato di frequenza e crediti formativi

Durata del Corso
Calendario delle lezioni
Materiale didattico

Obiettivi formativi

a.a. 2017/2018

Il Corso di perfezionamento e specializzazione in diritto penale “Giorgio Marinucci” si rivolge ad avvocati e praticanti avvocati (abilitati e non), e si propone l’obiettivo di impartire una formazione specialistica su vari aspetti della disciplina penalistica, grazie all’apporto congiunto di relatori provenienti dalla Magistratura, dall’Avvocatura e dall’Università.

Il Corso si avvale della collaborazione scientifica e del contributo didattico della Direzione e del Comitato Scientifico della Rivista giuridica online Diritto penale contemporaneo.

Il Corso si articola in 3 moduli così intitolati:

  1. Criminalità in ambito d’impresa e nell’esercizio delle professioni;
  2. Misure di prevenzione, reati associativi, reati di terrorismo;
  3. Novità normative e questioni controverse di diritto e procedura penale.

Nel corso del primo modulo saranno affrontate questioni di fondamentale interesse per l’avvocato penalista impegnato nella difesa del professionista e/o dell’imprenditore. Attraverso le lezioni impartite da autorevoli magistrati ed esponenti del mondo accademico e dell’avvocatura, il modulo mira a garantire un’adeguata conoscenza delle tematiche trattate, coniugando l’analisi del dato normativo con un’approfondita indagine sui principali orientamenti giurisprudenziali, e si presenta in questo senso come valido strumento di apprendimento e di aggiornamento professionale.

Nelle lezioni del modulo dedicato alle “Misure di prevenzione, reati associativi, reati di terrorismo” saranno approfonditi, mediante lezioni impartite da docenti universitari, esperti professionisti e autorevoli magistrati, norme ed istituti, di diritto penale sostanziale e processuale, che si pongono quotidianamente all’attenzione del professionista impegnato ad offrire assistenza a proposti, imputati e condannati di reati associativi e di reati di terrorismo.

Le lezioni del terzo modulo, dedicato a “Novità normative e questioni controverse di diritto e procedura penale”, si propongono, invece, di fornire un’illustrazione delle principali novità normative degli ultimi anni e di affrontare tematiche particolarmente vive nel dibattito giurisprudenziale o dottrinale. Il Corso, per quanto riguarda i contenuti didattici e formativi e la qualità della docenza, corrisponde – quale annualità di un percorso formativo biennale – ai requisiti previsti dal “Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista, a norma dell’art. 9, l. 31 dicembre 2012, n. 247”.


Settori occupazionali di riferimento

a.a. 2017/2018

Il Corso intende fornire una formazione avanzata e specialistica ai professionisti operanti in ambito penale.

Il Corso si rivolge, pertanto, agli iscritti all’Albo degli Avvocati e al registro dei praticanti abilitati e non, che già operano nel settore del diritto e della procedura penale o che intendono acquisire una maggiore specializzazione nelle materie penalistiche.


Obiettivi formativi

a.a. 2016/2017

Il Corso di formazione specialistica per avvocati penalisti “Giorgio Marinucci” si rivolge esclusivamente agli avvocati e praticanti avvocati (abilitati e non), e si propone l’obiettivo di impartire una formazione specialistica su vari aspetti della disciplina penalistica, grazie all’apporto congiunto di relatori provenienti dalla Magistratura, dall’Avvocatura e dall’Università
Il Corso si avvale della collaborazione scientifica e del contributo didattico della Direzione e del Comitato Scientifico della Rivista giuridica online Diritto penale contemporaneo.
Il Corso si articola in 3 moduli così intitolati:

  • Profili controversi di diritto e procedura penale: dalla teoria alla prassi;
  • Questioni controverse in tema di criminalità dei colletti bianchi;
  • Questioni controverse in tema di criminalità comune.

Nel corso del primo modulo saranno affrontate questioni di fondamentale interesse per l’avvocato penalista, che hanno acquistato un particolare rilievo negli ultimi anni, soffermandosi sull’analisi delle posizioni interpretative assunte dalla giurisprudenza. Attraverso le lezioni impartite da autorevoli magistrati ed esponenti del mondo accademico e dell’avvocatura, il modulo mira a garantire un’adeguata conoscenza delle tematiche trattate, coniugando l’analisi del dato normativo con un’approfondita indagine sui principali orientamenti giurisprudenziali, e si presenta in questo senso come valido strumento di apprendimento e di aggiornamento professionale.
Nelle lezioni del modulo dedicato alle “Questioni controverse in tema di criminalità dei colletti bianchi” saranno approfonditi, mediante lezioni impartite da docenti universitari, esperti professionisti e autorevoli magistrati, norme ed istituti, di diritto penale sostanziale e processuale, che si pongono quotidianamente all’attenzione del professionista impegnato ad offrire assistenza ad imputati di particolari tipologie di reati: tra l’altro, reati contro la pubblica amministrazione, contro la pubblica incolumità, contro l’ambiente, e reati tributari. Verranno, quindi, affrontate questioni di grande rilevanza pratica per i suddetti professionisti, quali la responsabilità da reato degli enti, i problemi connessi al sequestro e alla confisca, l’assistenza giudiziaria internazionale.
Le lezioni del terzo modulo, dedicato alle “Questioni controverse in tema di criminalità comune”, si rivolgono, invece, principalmente ai professionisti impegnati nell’assistenza di imputati di reati c.d. comuni: tra l’altro, reati in tema di immigrazione e sostanze stupefacenti, reati in tema di criminalità organizzata, reati ‘violenti’ contro il patrimonio e contro i pubblici ufficiali. Grazie alle lezioni impartite da professori universitari, magistrati ed altri esperti della materia, si mira ad offrire ai corsisti una preparazione avanzata sulle suddette tematiche e su norme e istituti correlati, quali i riti alternativi, le misure cautelari, le misure alternative e le misure di sicurezza.

Il corso, per quanto riguarda i contenuti didattici e formativi e la qualità della docenza, corrisponde – quale annualità di un percorso formativo biennale – ai requisiti richiesti dallo Schema di decreto Ministro della Giustizia recante “Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista, a norma dell’articolo 9 della legge 31 dicembre 2012, n. 247”.


Settori occupazionali di riferimento

a.a. 2016/2017

Il Corso intende fornire una formazione avanzata e specialistica ai professionisti operanti in ambito penale. Il Corso si rivolge, pertanto, agli iscritti all’Albo degli Avvocati e al registro dei praticanti abilitati e non, che già operano nel settore del diritto e della procedura penale o che intendono acquisire una maggiore specializzazione nelle materie penalistiche.


Obiettivi Formativi

a.a. 2015/2016

Il Corso di Specializzazione per avvocati penalisti “Giorgio Marinucci” si rivolge ad avvocati e praticanti avvocati (abilitati e non), e si propone l’obiettivo di impartire una formazione specialistica su vari aspetti della disciplina penalistica, grazie all’apporto congiunto di relatori provenienti dalla Magistratura, dall’Avvocatura e dall’Università

Il Corso si avvale della collaborazione scientifica e del contributo didattico della Direzione e del Comitato Scientifico della Rivista giuridica online Diritto penale contemporaneo.

Il Corso si articola in 3 moduli così intitolati:

  • Criminalità in ambito d’impresa e nell’esercizio delle professioni;
  • Criminalità organizzata, reati connessi e misure di prevenzione;
  • Novità normative e questioni controverse di diritto e procedura penale.

Nel corso del primo modulo saranno affrontate questioni di fondamentale interesse per l’avvocato penalista impegnato nella difesa del professionista e/o dell’imprenditore. Attraverso le lezioni impartite da autorevoli magistrati ed esponenti del mondo accademico e dell’avvocatura, il modulo mira a garantire un’adeguata conoscenza delle tematiche trattate, coniugando l’analisi del dato normativo con un’approfondita indagine sui principali orientamenti giurisprudenziali, e si presenta in questo senso come valido strumento di apprendimento e di aggiornamento professionale.

Nelle lezioni del modulo dedicato alle “Criminalità organizzata, reati connessi e misure di prevenzione” saranno approfonditi, mediante lezioni impartite da docenti universitari, esperti professionisti e autorevoli magistrati, norme ed istituti, di diritto penale sostanziale e processuale, che si pongono quotidianamente all’attenzione del professionista impegnato ad offrire assistenza a proposti, imputati e condannati di reati associativi.

Le lezioni del terzo modulo, dedicato a “Novità normative e questioni controverse di diritto e procedura penale”, si propongono, invece, di fornire un’illustrazione delle principali novità normative degli ultimi anni e di affrontare tematiche particolarmente vive nel dibattito giurisprudenziale o dottrinale.

Il corso, per quanto riguarda i contenuti didattici e formativi e la qualità della docenza, corrisponde – quale annualità di un percorso formativo biennale – ai requisiti richiesti dallo Schema di decreto Ministro della Giustizia recante “Regolamento recante disposizioni per il conseguimento e il mantenimento del titolo di avvocato specialista, a norma dell’articolo 9 della legge 31 dicembre 2012, n. 247”.

Settori occupazionali di riferimento

a.a. 2016/2015


Il Corso si rivolge agli iscritti all’Albo degli Avvocati e al registro dei praticanti abilitati e non, che già operano nel settore del diritto e della procedura penale o che intendono acquisire una maggiore specializzazione nelle materie penalistiche. In via eccezionale potranno essere ammessi anche laureati in giurisprudenza non iscritti all’Albo degli Avvocati, i quali siano, tuttavia, in grado di comprovare un’esperienza professionale in settori direttamente pertinenti alle materie del corso.

 

 News 

Link utili

FAQ

Contatti

Mappa del sito

Utilizzo dei cookie

In collaborazione con:
Diritto penale contemporaneo
@Webmaster - Alice Fazio: e-mail alice.fazio@unimi.it